IL GAETA ASSEDIA CAPUA, CONQUISTATA LA FORTEZZA CAMPANA!

È uno Sporting Club Gaeta capace di soffrire quello visto a Capua, abile nello giocare sempre punto a punto, con calma, senza cadere nelle provocazioni degli avversari e senza mai scoraggiarsi, nemmeno quando la palla non vuole proprio saperne di entrare.
La prima rete del match è messa a segno da Izzo su passaggio preciso di capitan Francesco Errico, mentre il Gaeta ci prova con Andrea Panzarini, ma Giovanni Vastano tra i pali è attento e respinge bene sul fondo.
Dopo una rapida seconda fase con tiro sotto fallo di Manuel Affinito, c’è un penalty di manica a dir poco larga concesso ai padroni di casa, ma D’Ovidio dice di no ad Errico dai 7 metri.
I biancorossi (per l’occasione in divisa “all grey”) però in attacco sbagliano troppo ed i campani ne approfittano trovando la rete del 2-0 in contropiede con Manuel Affinito.
Il Gaeta non riesce proprio a segnare e sbaglia nuovamente con Cretella a tu per tu con Vastano, ma lo stesso fa Francesco Errico e finalmente in seconda fase i biancorossi trovano la prima rete del match con Maggiacomo.
Gli angioini si caricano, D’Ovidio para per due volte di fila e Cretella non sbaglia in entrambe le seconde fasi, così è 2-3. Da qui la gara è sempre punto a punto ed in perfetto equilibrio fino al 3-5 dei gaetani ad opera di Uttaro.
Il Capua rimane sempre in partita e con un passivo di 4-0 ribalta il risultato portandosi sul 7-5 grazie alle reti dei fratelli Affinito e di capitan Errico, parziale che costringe coach Viola al time out.
Break che funziona benissimo, perché il Gaeta accorcia sul -1 ed inizia lo show di Claudio Panzarini tra i pali che tiene in vita i suoi con 7 parate decisive e nonostante i biancorossi sbaglino davvero troppo in attacco, grazie agli interventi del numero 71 gaetano riescono a chiudere i primi 30′ in vantaggio sul 13-12 con le reti messe a referto di Usai,Uttaro,Andrea Panzarini e Pantanella.
Poco prima della fine della prima frazione di gioco c’è da segnalare un bruttissimo fallo su Uttaro che al momento del tiro veniva colpito con cattiveria, restando a terra e costretto ad abbandonare il campo tra le lacrime dopo i soccorsi dei volontari della Croce Rossa.
Al rientro dagli spogliatoi sono i padroni di casa a partire con il piede giusto con Izzo che sigla una rapida doppietta e porta i suoi sul 14-13.
Poi D’Ovidio dice di no ad Errico dall’ala, ma il Gaeta proprio dalle ali commette troppi errori e non riesce a riportarsi avanti.
Ci pensa dunque il rientrante Uttaro a trascinare i pontini sul +1 per il 14-15 che costringe coach Veraja al time out.
I ragazzi di coach Viola si ricompattano, difendono benissimo, D’Ovidio para mantenendo il risultato punto a punto, capitan Usai riagguanta per tre volte il pareggio rimettendo la gara in perfetto equilibrio fino al 20-19 per la formazione di coach Veraja messo a segno da un Kristian Affinito apparso in giornata di grazia.
Pantanella e Purificato segnano reti fondamentali ed il Gaeta ritrova il vantaggio per 21-20 prima della sospensione ai danni di Affinito Kristian che lascia così i suoi in inferiorità numerica.

Capitan Usai sigla anche il 22-20 su rigore dopo uno scomposto fallo non sanzionato su Uttaro e dopo la rete siglata dal 55 biancorosso con conseguente esultanza per sfogare la tensione agonistica che scatena qualche scaramuccia a centrocampo con i direttori di gara che alla fine decidono di espellere capitan Usai ed Alessandro Errico.
Dopo circa 6′ di interruzione forzata il gioco riprende ed i ragazzi di Viola sono bravi a continuare a fare la loro partita, Della Valle Fabio in difesa recupera palloni preziossimi, Affinito Manuel viene espulso per somma di due minuti ed il Gaeta gestisce la superiorità numerica molto bene fino alla fine tra le parate di D’Ovidio e la rete di Pantanella in versione cecchino in contropiede per il 23-20, prima del 21-23 definitivo ad opera di capitan Errico.
Con questa vittoria Capitan Usai e compagni rimangono in testa alla classifica a quota 8 punti con 4 vittorie ed una sconfitta, in coabitazione con l’Atellana che ha una gara in meno al momento come i gaetani, ma con il turno di riposo già osservato ed una miglior differenza reti dopo la vittoria nello scontro diretto in quel di Aversa.
Nel prossimo turno, previsto per sabato 17 aprile, i biancorossi “ospiteranno” alle 19 in quel di Fondi gli avversari del Sannio, a lungo fermi per casi di Covid-19 dall’ormai lontano febbraio.

⚽ IL TABELLINO
CAPUA: Affinito K. 5, Affinito M. 6, De Rosa, Errico M., Errico F. 3, Errico A. 1, Gagliardi, Izzo 4, Lanni 2, Monaco, Ortiero, Pezzella, Saccavino, Vastano A.G., Vastano F. All.: Veraja.
GAETA: D’Ovidio, Panzarini C., Balletta, Ciccolella, Colacicco, Cretella 2, Della Valle A., Della Valle F. ,Macera, Maggiacomo 1, Martino, Pantanella 3, Purificato 2, Panzarini A. 4, Usai 7, Uttaro 4. All.: Viola.
ARBITRI: Ivan Iele e Mario Palumbo.

LA PAROLA A CLAUDIO PANZARINI:
“Posso affermare tranquillamente di aver disputato la nostra più bella partita dall’inizio del campionato. Abbiamo avuto il giusto approccio, non ci siamo mai disuniti nemmeno quando commettevamo troppi errori al tiro ed a tu per tu con il portiere avversario. Ci aspettavamo una battaglia e così è stato, ma siamo stati molto bravi a non cadere nelle provocazioni, a fare la nostra onesta partita, a difendere di gruppo e soprattutto ad esprimere la pallamano che coach Viola richiede, vincendo da vera squadra. Sono molto soddisfatto della mia prestazione personale, per l’apporto dato alla squadra in un momento delicato del match e contento per com’è e arrivata questa vittoria. Due punti davvero pesantissimi. Adesso subito testa alla sfida di sabato prossimo con il Sannio, squadra di cui non conosciamo praticamente nulla e dunque non dovremo lasciare nulla al caso”.

ADO
Area Comunicazione GSC1970

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.