MFOODS CARBUREX GAETA DAL PARADISO ALL’INFERNO IN 15 MINUTI!

Enorme rammarico per la MFoods Carburex Gaeta che esce dal PalaWolf di Merano con una sconfitta pesante e tante ferite.
Al di là del 31-24 finale che assegna i due punti ai padroni di casa, maturato in maniera beffarda e clamorosa, a destare maggiori preoccupazioni al sette del Golfo sono infatti l’espulsione di Sarenac e l’infortunio di Bliznov, la cui entità è ancora da valutare e che sicuramente saranno assenti nel match di domenica contro Cassano Magnago.
Un risultato che non rispecchia il reale andamento della gara, condotta per 40 minuti dagli uomini di Onelli e frutto di un black out generale nella seconda frazione di gioco, a cui i biancorossi non hanno saputo reagire e che ha causato il definitivo collasso della squadra.
Non hanno di certo aiutato molte scelte arbitrali dubbie, decisioni prese da una giovane coppia esordiente promossa dalle serie inferiori sebbene non sia per nulla adeguata alla categoria.
Prima dell’uscita forzata al 25′, in seguito ad un fallo inopportuno di Martini, era stato proprio Bliznov a mettersi in evidenza con quattro reti ed un’ottima intesa con il pacchetto centrale composto da Santinelli e Sarenac. In generale nel primo tempo molto bene tutti i protagonisti con Ponticella lesto dai sei metri ed i rapidi Gulam e Lombardi pronti ad inserirsi nella difesa altoatesina sia dalle ali che nei tagli.
Tra i locali svettano Lukas Stricker, 10 reti di cui 6 dai sette metri e Max Prantner.
In classifica Merano resta a punteggio pieno con Conversano e Siena, corsare a Sassari ed Appiano. Fasano coglie il primo successo a Trieste, Bolzano cade a Cassano Magnago, Brixen vince il derby regionale con Pressano, mentre Cologne e Fondi si spartiscono la posta in un pari pirotecnico.

📝 LA CRONACA
Merano parte più sciolto e si porta subito sul 3-1 al 3′. I biancorossi nel giro di un minuto recuperano lo svantaggio ed al 7′ mettono il muso avanti con Lombardi (4-5). I Diavoli Neri provano invano a tener testa ai pontini che con Gulam, Ponticella, Bliznov e Santinelli allungano sull’8-12 al 21′, obbligando Prantner a chiamare time out. Al rientro in campo però è monologo Gaeta che raggiunge anche il +6 con Sarenac (25′) e Gulam (10-16 al 27′), per poi vedere un piccolo ritorno degli altoatesini nel finale di primo tempo con le squadre che tornano negli spogliatoi sul 13-17.
Ad inizio ripresa è ancora la MFoods Carburex a tenere le redini del gioco (14-18 al 34′), ma la sospensione di Sarenac sposta gli equilibri e vede i meranesi recuperare in soli cinque minuti lo svantaggio ed agguantare dapprima il pareggio (Petricevic al 39′)  e poi il vantaggio (20-19 al 12′) con una realizzazione di Stricker dai 7 metri. Risposta immediata del Gaeta con Gulam, ma l’espulsione di Sarenac per somma di sospensioni ed un attacco spuntato, impreciso e senza idee spianano la strada al Merano che in meno di un quarto d’ora ammazza il match con un parziale di 11-0 (31-20 al 26′). Negli ultimi quattro minuti i biancorossi rendono meno pesante il passivo realizzando un break di 4-0.

🎙️ LA PAROLA AD ANTONINO SCAVONE
“Una partita che definirei “dal risultato falsato”, la quale ha visto susseguirsi un eccellente inizio della MFoods Carburex Gaeta che è riuscita a mettere letteralmente sotto il Merano sia in difesa che in attacco, permettendole  di chiudere il primo tempo in vantaggio di quattro reti, ed un secondo tempo, invece, da incubo.
Incubo iniziato dall’infortunio, si spera non estremamente grave, di Nikolay Bliznov, a seguito di un bruttissimo fallo di Martini, peraltro sanzionato con la sola esclusione di due minuti (!), nonché dall’espulsione nella prima metà del secondo tempo, per somma di due minuti (tutte e tre molto discutibili) di Sarenac, a cui, inoltre, la coppia arbitrale ha deciso inspiegabilmente di comminargli la sanzione massima del cartellino blu.
Tutto ciò attorniato da una gestione della gara da parte della coppia arbitrale a dir poco inappropriata, che è apparsa evidentemente non all’altezza di poter condurre adeguatamente tale gara.
Detto ciò, tuttavia, appare anche doveroso fare un’attenta autocritica per i numerosi sbagli tecnici da noi commessi, specie nel secondo tempo e, soprattutto, per il devastante tracollo psicologico iniziato non appena il Merano è riuscito a portarsi in vantaggio e legato, probabilmente, anche agli innumerevoli errori arbitrali.
In conclusione la partita disputata a Merano, oltre a lasciarci l’amaro in bocca, ha causato, altresì, gravi postumi invalidanti consistenti nel dover affrontare nel prossimo turno di campionato il fortissimo Cassano Magnago, con la probabile, se non certa, assenza di Bliznov e Sarenac.”

⚽ IL TABELLINO
MERANO: Campestrini 1, Christanell, Curic 2, Eschgfaller 2, Freund F., Freund A. 1, Gai, Glisic 3, Martelli, Martini, Petricevic 1, Prantner M. 6, Prantner L. 3, Stampfl, Stricker L. 10, Visentin. All. Prantner.
MFOODS CARBUREX GAETA: Bliznov 4, Bottino, Ciccolella 1, Gulam 6, La Monica, Lombardi 5, Maggiacomo, Ponticella 2, Randes, Santinelli 3, Sarenac 3, Scavone, Uttaro, Viggiano. All. Onelli.

📊 GLI ALTRI RISULTATI:
Cologne-Fondi 30-30
Sassari-Conversano 25-30
Trieste-Fasano 26-28
Brixen-Pressano 26-24
Eppan-Siena 24-28
Cassano-Bolzano 27-25

Gianmarco Tiralongo
Area Comunicazione Gaeta Sporting Club 1970

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.